Breccia A Porta Milan

Milan

Europa da dentro o fuori. Ma c’è chi invece sembrava pronto per una passeggiata al parco!

Non era proprio il Milan che ci saremmo aspettati di vedere.

Pensavo che noi fossimo superiori alla Roma, anche a questa pur guidata da De Rossi.

Ed invece il nostro Mister è riuscito nell’impresa di farsi dare una lezione tattica da chi è alle prime armi come allenatore.

Pioli, dove è finito il Milan creativo e allegro dell’ultimo periodo?

Sembra che la preparazione della partita sia stata un po’ sottovalutata… anche se si trattava della più importante e decisiva in questa piatta stagione.

Non segnare neanche un gol nella serata clou non è un bel segno.

Il problema è che quando non funziona il piano A, il Mister fa fatica a trovare un piano B e quindi le contomisure alla tattica avversaria, e non è la prima volta che capita…

De Rossi ci ha ingabbiati e ha fatto buon uso dei nostri difetti, costringendoci a non giocare in verticale, a non essere pericolosi.

Per di più in campo noi eravamo lenti, senza ritmo e svogliati, non siamo stati coraggiosi nelle scelte e la manovra non trovava sbocchi.

Non siamo riusciti a sviluppare neanche il nostro gioco fatto di scambi palla a terra.

Eppure era facile capire che, contro una Roma folta a centrocampo, se non si fosse andati sulle fasce non si sarebbe segnato mai.

Adli è tra i pochi che almeno ha messo la voglia, provando ad inventare qualcosa.

Eravamo senza intensità e questo Milan ci ha fatto proprio addormentare! Chi avrebbe dovuto incidere e decidere la sfida era l’ombra di se stesso.

Sorprende che a non essere in forma siano stati in contemporanea tutti i nostri top player, i trascinatori, anche Capitan America e Loftus.

A Leao poi c’è da dire che manca ancora la mentalità del campione: non riesce a fare il salto di qualità.

Come è possibile che quando la tensione sale noi andiamo in tilt? È l’allenatore che dovrebbe per primo trasmettere motivazioni forti in queste serate.

Tra il ritorno a Roma e il successivo derby, non oso più pensare che giorni da incubo saranno!

Ci vorrà un’impresa per sperare di passare il turno e conquistare la Capitale.

Al ritorno riusciremo ad essere di nuovo brillanti di testa e di gambe, come siamo stati recentemente in campionato?

Intanto prima ci aspetta il temibile Sassuolo; non sarà facile come si potrebbe pensare…

Written By
More from © Marta Baudo

Notti d’Europa, notti da ex

Quanti incroci di sguardi e scambi di battute con gli amici  nel...
Read More

2 Comments

  • Speriamo che con il Sassuolo si vinca, Marta, perché altrimenti… Lo scudetto matematicamente conquistato dall’Inter nel derby sarebbe davvero insopportabile 😢

  • Arrivo con un po’ di ritardo nel commentare una partita incommentabile e ai livelli di Monza – Milán. Semplicemente penosi e imbrigliati da un allenatore semi esordiente che ha spiegato sul campo a Pioli come disporre di una squadra, pur inferiore tecnicamente alla nostra. Non metterei la croce a Leao perche’ se Pioli non e’ capace di spostare un giocatore che e’ in evidente difficolta’ e’ perche’ Pioli non sa leggere le partite. Non sa cambiare in corsa e rimane con lo stesso schema, cosa che De Rossi invece ha saputo fare. Okafor doveva entrare prima, spostando sulla destra Leao per rompere lo schema difensivo di De Rossi. E’ tanto difficile da capire? Pioli-Out e Sempre Forza Milán!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *