Welcome Back San Siro

Casa dolce casa! La prima stagionale a San Siro del nuovo corso cinese ha l’atmosfera elettrizzante del primo giorno di scuola, condito da tanti volti nuovi in campo, pronti a conoscersi bene e ancora alla ricerca del miglior affiatamento. Con una rosa stravolta il rodaggio non avviene certamente dall’oggi al domani. I prossimi mesi saranno il vero test per il gruppo rossonero.
Quanto mi sei mancata “Scala del calcio”: curiosità e trepidazione hanno accompagnato l’avvicinarsi alla prima sui generis, dopo la fine dell’era Berlusconi.
Brutti ma vincenti! In apnea per gran parte di Milan Cagliari, con il cuore arrivano tre punti.
Cutrone stupisce ogni giorno di più. La canterà rossonera sta finalmente dando i suoi frutti!
Il gol lampo del baby Patrick faceva presagire un match in discesa con il pilota automatico: ma spesso l’apparenza inganna. Altro che le goleade estive…
Abituati molto bene nell’ultimo periodo senza subire gol, non è stato facile rimetter in carreggiata un match che i sardi avevano rimesso in parità. Gli isolani non erano affatto la vittima sacrificale! Anzi, il pareggio durato per gran parte del match, non sarebbe stato affatto un furto.
Tre punti ottenuti pre sosta con la firma dell’artista Caravaggio spagnolo sono fondamentali !
Qualche domanda viene logico farla…
Come mai a centrocampo non si è puntato sul giovane e fresco Loca?
Troveremo un pizzico di creatività e di vena realizzativa davanti per poter segnare nei momenti topici? O senza giocate dei singoli sarà utopico segnare nelle fasi salienti?
Quando la squadra era in debito d’ossigeno (anche per il clima Sahariano) non sarebbe stato meglio cambiare subito qualcosa? Prevenire è meglio che subire gol!
Sugli spalti, gremiti anche a fine agosto, piovevano già mix di teorie e commenti!
Tre punti sudati non solo in campo…
Suso c’è: un nome, una garanzia. Dopo il recente messaggio su Instagram da vero cuore rossonero, anche in campo ha trascinato i compagni alla vittoria pesante. Era un must rimanere uniti a chi ha vinto in rimonta nel week end, tanto più con la sosta del campionato alle porte.
E poi, a coronare il ritorno a San Siro, la farsa dei 9 minuti di recupero! Neanche alla Juve di Moggi davano recuperi così lunghi: una partita nella partita… Paranormale.
Non è stato solo il Welcome Back San Siro, ma, anche il Welcome Back Ringhio!
Ci ha pensato il buon vecchio Gennarino a dare un tocco d’amarcord ed emozionare il pubblico, entrando sul campo durante l’intervallo con la sua squadra Primavera. Cori a volontà e applausi per salutare un caro amico ritrovato! Come vorrei rivederlo in campo.

Written By
More from © Marta Baudo

I valori dei ritorni

La storia recente del Milan è contraddistinta da vari ritorni di calciatori...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *