Vacanze Torinesi

vacanze

Finalmente la stagione è ai titoli di coda!

Ma contro il Torino è arrivata una nuova figuraccia.

In campo l’involuzione di questi mesi è sempre più innegabile.

E dire che all’inizio della sua avventura Pioli era riuscito a trasmettere dei valori a questo gruppo e a trasmettere idee tattiche. Ma poi nelle ultime due stagioni molto è andato perduto.

Si è smarrita ogni nozione di gioco collettivo e di connessione tra i reparti, in un crescendo di disattenzioni, soprattutto nei difensori.

Siamo di fronte ad un film dell’orrore o alla difesa rossonera del 2023/24?

Mai una volta in stagione che ci siamo ben posizionati davanti al portiere quando gli avversari attaccavano, anzi, perdere l’uomo in area è stato all’ordine del giorno.

Un punto fermo innegabilmente mancato in questo campionato è un filtro a centrocampo, peraltro  elemento fondamentale nello scudetto 2022.  Un giocatore con queste caratteristiche sarà uno degli innesti fondamentali da trovare sul mercato per ripartire nel prossimo campionato. Per non parlare di una guida d’esperienza in difesa, in stile Kjaer.

Altra discriminante di peso è l’abitudine ai mille inutili e sterili passaggi per arrivare in porta: da dimenticare!

Sembra quasi di essere tornati indietro al periodo pre Pioli, quando vincere non dava l’impressione d’essere un obiettivo importante per i giocatori.

Nel contesto attuale, pur raggiunti alcuni risultati, in campo non dovrebbe mancare mai l’impegno.

Dignità e orgoglio scomparsi. Non ha prevalso nemmeno la voglia di lasciare una bella istantanea del gruppo.

D’altronde contro i granata abbiamo avuto la sensazione di non essere più squadra, che in campo non ci fosse più dialogo, e così sono arrivati errori banali.

Gli occhi della tigre dove sono finiti? Dobbiamo ritrovare la voglia di combattere su ogni pallone, la garra che ci manca. Senza queste doti non si andrà da nessuna parte.

Chissà se almeno all’ultima giornata contro la Salernitana, che è già in B, tireremo fuori l’orgoglio?

Sarebbe poi bello che il dovuto, benché melanconico, saluto ad Olivier fosse condito da due gol, per permettergli di arrivare a quota 50.

Scopriremo anche nelle prossime settimane la verità dopo tutto il vociferare su panchina e acquisti di giocatori; finalmente capiremo quali saranno le vere ambizioni societarie.

Come sarebbe necessario puntellare la rosa con acquisti mirati e di talento!

Sempre forza Milan.

 

 

Written By
More from © Marta Baudo

Udinese e cartellini, bestie nere del Diavolo

E poi mi trovo a scrivere chilometri di lettere sperando di vederti...
Read More

3 Comments

  • Semplicemente vergogna! Iniziando dall’ intervista di Cardinale questa settimana che ha lasciato intendere che vincere sempre non e’ nel suo interesse. Discorso che e’ arrivato dritto alla squadra e lo ha applicato alla lettera. Pioli non e’ nemmeno un gestore dello spogliatoio, sembra da tempo fuori dal mondo Milán, altro che ” I giocatori mi seguono”…Siamo una ONG del campionato dove regaliamo gol e felicita’a tutti. Il Torino con uno degli attacchi peggiori ci rifila 3 pere. Senza dimenticare I 6 derby persi di fila, senza dimenticare la debacle a Monza, senza dimenticare le vittorie sfuggite di mano ( Lecce, Napoli, Genoa, dimentico forse altro) Ma di che parliamo? Qualcuno puo’ spiegarmi che ruolo ha Ibra?? Squadra demotivata e assenze forzate non lasciano scampo a un finale indecoroso. Se non fosse che Olivier con la Salernitana fara’ il suo último ” ballo” in squadra per cui meritera’ una standing ovación, sarebbe opportuno che nessuno vada allo stadio . Sarebbe una protesta forte che questa dirigenza meriterebbe per la spocchia che dimostra, iniziando proprio da Cardinale che non ha capito che siamo in Italia e non negli States. Non so che ci prospetta il futuro, ma di una cosa sono certo, o la dirigenza cambia in fretta registro facendo delle scelte oculate senza basarsi su algoritmi ma basandosi scegliendo gente esperta di calcio o finiremo al massimo nell’anonimato piu’ triste. I tifosi che sono quelli che pagano vanno ascoltati e vanno scelte persone con ruoli definiti e non figure che a tutt’ oggi non si sa bene cosa facciano nella Societa’ . Sempre Forza Milán!

  • Mi auguro di cuore che all’ultima a San Siro, lasciata da parte ogni polemica, sia tributato un giusto e caloroso saluto a chi ci lascia e che, non dimentichiamolo, ci ha dato tanto: Il Mister in primis, Olivier e Simon.
    Le persone passano e il Milan resta.
    E queste tre persone, in particolare, ci hanno dato tanto!

    PS Anche la società, tanto criticata in questo periodo sulla base di voci di una stampa che, sul Milan, non ne ha mai azzeccata una, credo che meriti fiducia, quantomeno fino a prova contraria

  • Che brutto finale di campionato .
    Vedremo le prox mosse di mercato della società rossonera…le voci su Fonseca non stanno tranquillizzando di certo l’ambiente.
    Nel frattempo secondo la Gazzetta dello Sport la seconda squadra di Milano non subirà nessun contraccolpo nonostante le vicissitudini societarie….anzi sono in dirittura d’arrivo i rinnovi milionari di Lautaro e co.
    Staremo a vedere… e nonostante tutto…sempre FORZA MILAN !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *