Quinta Sinfonia A San Siro

San Siro

Clima da inizio estate: siamo a Lecce o a Milano?

Con il cambio di stagione Pioli ci stupisce; in campo va un Milan da pomeriggio di gala, ultra offensivo.

Forse finalmente il Mister ha voluto trasmettere ai ragazzi le motivazioni per chiudere subito i conti e  risparmiare energie preziose. Che abbia fatto tesoro degli errori passati?

E il test porta subito frutti importanti. Se giochiamo con intensità e in verticale, siamo pericolosi e tutto diventa più facile.

Ritroviamo lo smalto dei giorni migliori: gambe e testa vanno che è un piacere.

Si diceva che senza Loftus il Milan faticasse ad ottenere i tre punti. Invece, se il Milan gira, si va in scioltezza anche senza gli uomini chiave.

In campo non mancano i colpi di tacco, le azioni di prima, e noi torniamo a divertici a San Siro.

C’è poi chi come Chukwueze gioca a provate a prendermi: neanche in due riescono  a fermarlo e fa il bello e il cattivo tempo. Più di altri nuovi arrivi, il folletto nigeriano aveva bisogno di ambientarsi per inserirsi al meglio nei meccanismi e mostrare le sue qualità.

Così anche la fascia destra diventa ambiziosa! Se in stagione il 21 e l’11 erano alternativi, ora si è avuta la prova che possono coesistere.

Su Capitan America e sul suo rendimento in ogni zona dell’attacco, non abbiamo più parole. Talento, intelligenza e personalità: ne ha di doti. In Europa non aveva mai segnato così tanto. Non è stato l’unico di giornata a godere di una standing  ovation e di applausi scroscianti.

L’inedito tridente dietro a Giroud non ha destabilizzato i meccanismi della squadra, anzi….

Olli poi era indiavolato, correva su tutti i palloni.

Vedendo l’Adli di questi mesi, sorprende come nella scorsa stagione il campo per lui fosse tabù:  addirittura pennella all’occasione un colpo da biliardo stile Rui Costa.

Era tanto che non vedevamo la squadra spensierata chiudere i conti già all’intervallo.

Ci brucia ammettere che con le piccole in stagione eravamo stati vittime di gravi amnesie e avevamo lasciato troppi punti, guarda caso, proprio a Lecce all’andata.

Quanti cuori rossoneri tra campo e spalti: da Giroud di cui apprezziamo le parole, ad Adli che incita i tifosi ad essere tutt’uno, ai numerosissimi supporter in erba!

In settimana torna l’Europa League con una sfida chiave. Pioli, soprattutto dal centrocampo in su, avrà l’imbarazzo della scelta per la formazione. La Roma di De Rossi è un osso duro.

 

Written By
More from © Marta Baudo

Andavo A Theo-Cento All’Ora

Il tour de force continua: da Praga a Verona. Archiviata momentaneamente l’Europa,...
Read More

2 Comments

  • Sembra che siamo tornati ad essere quelli dell’ anno dello scudetto. Finalmente in campo giocano tranquilli e spensierati ed e’ questo il segreto. L’ inter ha avuto fortuna a non averci come rivali fin dall’ inizio. Le potenzialita’ le abbiamo ma I molteplici infortuni e I risultati assurdi che abbiamo raccolto durante la stagione ( Monza mi e’ totalmente indigesta) hanno fatto si che abbiamo sempre corso ad hándicap. Ora godiamoci questo Milán, a partire da Giovedi con la Roma. Poi Juve e derby per riscattare una stagione che avrebbe meritato un altro andamento, e confermiamo il 2′ posto che per come si erano messe le cose alla fine non e’ da buttare vía. Sempre Forza Milán!

  • Quello che veramente lamento, e’ che quando arriveranno i mondiali, Capitano America se ne vada a giocare per gli americani!! Farebbe cosi comodo all’Italia!!! Forza Milan!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *