Mal Di Rennes

Rennes

Ed eccoci alla prima prova da dentro o fuori.

Però c’è modo e modo di andare avanti in Europa!

Non certo interpretando alla lettera la regola del gol sbagliato, gol subito.

Ed è così che, con un approccio da incubo nei due tempi, salviamo solo il passaggio del turno…

Forse il tre a zero di San Siro ci faceva sentire già troppo sicuri?

La storia ci dice che non bisogna mai fidarsi dei tanti gol segnati all’andata in un turno europeo a eliminazione diretta, e noi dovremmo ormai saperlo bene, anche davanti ad un Rennes qualunque.

Avrei voluto superare questo spareggio senza brividi, senza una fatica sovrumana, e soprattutto senza subire gol.

Dopo l’andata non immaginavo che avremmo lasciato campo libero ai Bretoni, a loro uso e consumo!

Eravamo con la squadra spaccata in due e in stagione non è la prima volta che capita: cercasi equilibrio!

Fa specie che noi sembriamo in grado di piazzare la zampata decisiva in avanti, ma allo stesso tempo riusciamo a prendere gol da un momento all’altro.

Troppe sono le nostre amnesie difensive, per non parlare del livello di  concentrazione.

Permettiamo a tutti gli avversari di tirare con imperdonabile facilità; quasi fossimo una squadra allenata da Zeman e, ahi noi, non è proprio un complimento.

Gli spazi lasciati dai francesi per colpire erano enormi: il guaio è che non abbiamo saputo sfruttarli a dovere chiudendo presto i giochi.

A inizio stagione mi ero illusa che Musah potesse essere il nuovo Kessie, invece è lontano anni luce e troppo spesso fa la scelta sbagliata.

Il tipo di giocatore che manca a questo Milan è un centrocampista di interdizione, un Gattuso per intenderci. Aiuterebbe e potrebbe fare da filtro tra attacco e difesa. Chissà se qualcuno ci starà pensando nei piani alti.

Dobbiamo poi insegnare a Leao a controllare la palla: sembra involuto rispetto alle scorse stagioni. Quante volte, quando si trova solo davanti al portiere, non prende neanche la porta, divorandosi gol già fatti!

Tra i migliori in Francia sicuramente si fa notare Bennacer che ha provato a inventare qualcosa e a creare scompiglio.

Se continuiamo a giocare così però non andremo lontano!

In compenso il sorteggio degli ottavi poteva andare molto peggio: vediamo cosa saremo in grado di combinare con questo Milan così ondivago .

Intanto arriva il banco di prova da stress test degli orobici: ben due volte in stagione ci hanno sorpresi. Alziamo la soglia dell’attenzione!

 

 

 

Written By
More from © Marta Baudo

Hauge, La Sorpresa Di Pasqua

Solo quindici giorni fa invocavamo la sosta per le nazionali come se...
Read More

6 Comments

  • Cara Marta credo che Pioli abbia visto Inter Atletico! L’Atletixo credo che abbia turato in porta due o tre volte!
    Mi piacerebbe vedere almeno la metà della forza difensiva dell’Inter .
    Il massimo è comunque ribadire che menomale che Leo ogni tanto accende la miccia!
    Credo che quest’anno vinciamo il torneo dei goal subiti!!

  • Sono ancora arrabbiato per la sconcertante prova a Monza per cui non ho neanche seguito la partita di Rennes. Monza e’ stato peggio del derby d’ andata con l’ inter per cui ora solo possono e devono iniziare a giocare con altro piglio. Quello che ha l’ inter. Giocare con la migliore formazione e stritolare l’ avversario. Poi, con il risultato acquisito fare i cambi. Pioli purtroppo negli ultimi 2 anni ha fatto il contrario e si sono visti i risultati. Lasciando stare la caterva di infortuni che, va detto, e’ opera dello staff medico o degli allanamienti inadeguati cui vengono sottoposti i giocatori. Mi aspetto per Domenica con l’ Atalanta una prova rivendicativa da parte di tutti, iniziando da Pioli che dovra’ necessariamente cambiare mentalita’ e farla cambiare alla squadra. Prove orribili come quella di Monza non devono piu’ accadere . Sono stufo di essere preso in giro dagli interTristi. Palle e Orgoglio Pioli! Sempre Forza Milán!

  • La seconda squadra di Milano affronta le partite con grande cattiveria e concentrazione…l’inverso di quello che vedo fare ultimamente ai nostri. Tanti gol fatti vero ma difesa da colabrodo…così non si va da nessuna parte…
    Speriamo nel rientro di Tomori e Kalulu, due pedine fondamentali nello scacchiere difensivo.
    Sempre e comunque FORZA MILAN

  • ciao Marta…la verita’ spero meglio dal Milan….siamo inguardabili cosi. Ancora manca tanto di fare e si puo’ dire che dobbiamo prendere almeno il 2ndo posto…dobbiamo tener obbietivi

  • Non riesco a dissimulare una delusione cocente che si rinnova con una cadenza ormai costante.
    Non mi va più nemmeno di commentare il perchè e il per come non riusciamo a fare due partite decenti di file.
    Il fatto, grave, è che la mia sensazione credo ce l’abbiano anche i ragazzi nei quali si trasforma inevitabilmente in insicurezza.
    Trovo francamente incomprensibile il fatto che non si tenti nemmeno di reagire, di cambiare, di porre rimedio ad uno schema di gioco che mette sempre la difesa in difficoltà.
    Ciò detto credo che basterebbe davvero poco per svoltare. Perchè siamo forti, caspita!
    Confido molto nella presenza e nel carisma di Ibra, nella sua capacità di trasmettere ai ragazzi la convinzione nei loro mezzi, la rabbia necessaria per affrontare gli avversari, tutti gli avversari, con il piglio giusto.
    Credo che ogni partita vada affrontata con la medesima mentalità, senza stuilare classifiche di importanza.
    Credo che si debba puntare sempre a vincere, comunque, con l’obiettivo di portare a casa una coppa da sempre snobbata e che non ci si può più permettere di snobbare.
    Credo che il Mister debba utilizzare il turnover con il contagocce a meno di non voler distruggere definitivamente l’autostima di riserve che possono dare il loro contributo se inseriti, a rotazione, nella formazione titolare e non anche se schierati sempre e soltanto, tutti insieme, in una sorta di seconda squadra.
    Crederci!!!

  • Ciao Marta, purtroppo è evidente che ci mancano le due dighe che avevamo a centrocampo. Abbiamo vinto lo scudetto con Kessie e Tonali, poi abbiamo avuto solo Tonali ed ora nessuno dei due. Il nostro centrocampo è una prateria dove qualsiasi squadra passa indisturbata ed arriva senza nessun problema ai limiti dell’area. Ogni squadra che incontriamo (non avendo il centrocampo) sembrano dei fenomeni ed ogni azione che fanno è un pericolo. Speriamo per il proseguio della stagione. Forza Milan sempre !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *