Hauge, La Sorpresa Di Pasqua

Solo quindici giorni fa invocavamo la sosta per le nazionali come se fosse manna dal cielo ma, con il senno di poi…

I nostri giocatori sono tornati con la testa tra le nuvole: inebriati forse dalle prove in famiglia? Pioli dal canto suo, ispirato da idee innovative, non ha tardato a metterle in pratica. Forse meglio rimandare in futuro.

A guidare i giocatori indubbiamente è la testa che muove molto più di quanto possano le gambe. Come si spiega altrimenti lo scorrere di un film visto più volte nel minuti finali? Quando una miccia sembra accendere la squadra all’improvviso e rianimarla, con una metamorfosi impensabile?

A forza di blackout ci stiamo complicando la vita…

Forse ho capito perché Theo non venga mai convocato in nazionale… Il c.t. francese avrà visto bene gli ultimi mesi del terzino e non vorrà regalare gol gratuiti agli avversari. C’è sempre qualche Quagliarella di turno. In teoria Hernandez sarebbe dovuto essere fresco come una rosa, in teoria! In pratica lo manderei in quarantena, per farlo tornare quel giocatore che ci aveva entusiasmato nei primi mesi dello scorso campionato, con equilibrio davanti e dietro. Troppo spesso Theo gioca con sufficienza in zone critiche.

I gobbi hanno voluto imitarci… abbiamo fatto scuola ma c’è poco da vantarsi.

Contro la Samp avremmo dovuto mettere la zampata decisiva per il campionato, soprattutto dopo la nostra rimonta a Firenze, ma gli errori fatti a San Siro a ripetizione non hanno insegnato abbastanza.

Almeno abbiamo salvato il salvabile grazie all’uomo venuto dal nulla, anzi dal Nord. A sorpresa, quatto quatto ha dato la scossa con un gran gol: il vichingo c’è e potrà essere molto utile nel finale di stagione.

Tutti dovrebbero sempre entrare in campo a spaccare l’erba, con la cattiveria che ha avuto Hauge questa volta, nei pochi minuti a disposizione.

E poi, volete mettere che sensazioni provochi prendere un palo a partita? Solo nervosismo e incredulità!

In questa stagione “luci a San Siro” solo per i cugini… Accendiamole anche noi al più presto.

Un tempo il tunnel di San Siro intimoriva i malcapitati avversari di turno; ora sembriamo noi subire l’effetto casa, con paura su ogni pallone, come se scottasse!

Sono necessarie brillantezza e spavalderia per ripartire: l’obiettivo deve essere ben chiaro a tutto il gruppo e dobbiamo rimanere compatti squadra e tifosi, senza perdere la fiducia.

Noi vogliamo 11 leoni! Sarebbe il caso di far ascoltare Al Pacino a questa truppa rossonera, come un mantra da memorizzare.

 

Written By
More from © Marta Baudo

Igna Ignazio E Il Capitano Ci Regalano Il Quarto Posto

“E poi mi trovo a scrivere chilometri di lettere sperando di vederti...
Read More

4 Comments

  • Probabilmente abbiamo perso definitivamente lo scudetto..specialmente se i cugini fanno 3 punti col Sassuolo nel recupero di mercoledì.
    Incrocio le dita.
    Massimiliano

  • Lo scudetto lo abbiamo perso a La Spezia con quella partita sciagurata. Da lì in poi abbiamo perso la costanza nei risultati ma anche nel gioco. Troppi alti e bassi nel 2021. E se guardiamo bene anche alcune scelte di Pioli non sono state poi così accertate. Va bene gli infortuni e le squalifiche pero’ certi esperimenti tipo quello di ieri con Saleesmeker terzino doveva risparmiarselo. Pioli e’ bravo ma ha il braccino corto. Adesso dobbiamo assolutamente resistere li in cima fino alla fine per raggiungere l’ obbiettivo principale che e’ la Champions League. Sempre Forza Milan!

  • Un altra occasione persa…
    Squadra distratta e poco convinta per buona parte dell’incontro, e scelte di Mr Pioli stavolta molto discutibili (Kalulu e Rebic forse era meglio inserirli gia’ dall’inizio ?)
    Per fortuna il vichingo Hauge con un gran gol ha evitato la sconfitta , speriamo di rivederlo in campo anche nelle prossime gare.
    Auguri Marta di Buona Pasqua a te ed a tutti gli amici ed amiche rossoneri.
    FORZA MILAN !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *