Diavoli Rinvigoriti In Arno

Arno

La sosta nazionali è pericolosa: alla ripresa le squadre rischiano di non essere in gran forma.

La trasferta al Franchi diventava proprio un bel banco di prova: da sempre è un terreno ostico e negli ultimi anni ne siamo usciti spesso con le ossa rotte.

Per non parlare di Italiano che, ovunque alleni, per noi è uno scoglio impegnativo.

Ma questa volta i Diavoli non hanno tradito le attese e si sono fatti notare per l’ottima forma fisica e mentale.

Capita addirittura di assistere ad un tiro al bersaglio, con il portiere Viola migliore in campo!

Che Milan sarebbe se realizzasse tutte le potenziali occasioni?

Compatti, convinti e propositivi, con buone e veloci trame offensive ma sempre, ahimè, troppo fedeli al noioso gioco all’indietro: questa Pioli ce la deve spiegare!

E poi capitano all’improvviso sette pazzi minuti in cui succede l’inverosimile!

Il gigante Loftus che è ovunque, ogni tanto sembra prendersi piccole pause, ma poi timbra dal nulla, come un vero Pippo Inzaghi. Ruben incursore non è più una scoperta!

Chukwueze da giocatore misterioso sembra rinato: forse l’ambientamento e il gol pre sosta l’hanno aiutato. Inizia davvero a fare la differenza.

C’era però il timore che, senza chiudere la pratica e tenendo i Viola in partita, avremmo subito il pari. Invece, con le unghie e con i denti, e con un Super Maignan abbiamo espugnato Firenze.

Mike, tornato in versione Magic, fa a gara con Leao per il premio di MVP. Rafa, lo spacca partite, alla 200 in rossonero si scatena, mostrando tutto il suo repertorio, tra scatti brucianti, assist di tacco e gol.

Invece Gabbia sembrava stranamente spaesato e raggiunge a malapena la sufficienza.

A Firenze il TGV Theo era assente per squalifica; contro il Lecce non ci sarà Loftus. Le diffide e conseguenti squalifiche ci stanno di volta in volta togliendo i pezzi pregiati.

Musica per le nostre orecchie le parole di Leao a fine partita: “Il Milan è la mia casa. Sono qui con la testa e con il cuore”.

Nel 2024 non sembriamo neanche lontani parenti di quella squadra discontinua e ballerina del 2023 che sperperava ovunque. Peccato essere arrivati a macinare punti a scoppio ritardato.

E pensare che ora avremmo anche messo la Juve dietro, ma il divario con il primo posto è tale da lasciare a bocca amarissima. Con un po’ più di testa e attenzione, ora avremmo potuto essere tranquillamente a distanza ravvicinata…

C’è chi dice che, comunque vada, Pioli non possa avere più stimoli e abbia dato a questo gruppo quanto aveva da trasmettere.

C’è chi è preoccupato che si possano ripetere i lunghi mesi con tanti infortuni.

C’è chi guarda alla bellezza del calcio inglese dove i giocatori non passano mai la palla indietro.

Giroud, Giroud, non abbandonarci a giugno: abbiamo ancora bisogno di un leader come te tra spogliatoio e campo.

Buone feste!

 

 

Written By
More from © Marta Baudo

Milan Lapilli E Cenere

Sarà stata la sorprendente vittoria contro i pluri titolati… gobbi ad ingolosire...
Read More

3 Comments

  • L’ importante era uscire dal Franchi con I 3 punti. Grande primo tempo, d’altronde siamo bravi in questo minutaggio. Senza Theo poteva essere ancora piu’ difficile, meno male che Chuku ieri e’ stato il Chuku che avevo visto nel Villareal. Giroud credo stia gia’ preparando le valigie, perche’ e’ inspiegabile cosa e’ riuscito a sbagliare. Rafa e Mike ( e meno male che il nostro portierone non era in forma) sono risultati decisivi. Un 8,5 per entrambi. E poi, come sempre, Pioli decide di non vincerla la partita togliendo Rafa al 60′ …..da li fine della creazione dei pericoli con una Fiore ringalluzzita che quasi riesce a pareggiare. Insomma, anche ieri finiamo soffrendo. Comunque, contrariamente a cio che dice il presidente Scaroni, l’ anno prossimo voglio un altro allenatore. Mantenere Pioli vuol dire non avere un progetto per il futuro. Sempre Forza Milán!

  • Vittoria meritata anche se qualche occasione di troppo come al solito agli avversari l’abbiamo concessa anche ieri sera . Giroud sembra sia già con le valigie pronte x l’America…peccato perché fisicamente è ancora in grande condizione e se centellinato a dovere facendolo rifiatare maggiormente poteva ancora dire la sua anche nella prossima stagione.
    Ora concentriamoci sul Lecce (servira’ il giusto tournover x far rifiatare le pedine fondamentali secondo me) e soprattutto sulla sfida casalinga con la Roma in Europa League dove sarà importante portare a casa una vittoria in vista del ritorno all’Olimpico.
    Un augurio di Buona Pasqua a tutte/i !
    Sempre e comunque FORZA MILAN !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *