Diavoli Alla Deriva

Diavoli

Una marea rossoblu anima il silenzio di San Siro.

E così viene spontaneo chiederci se siamo a Milano o a Genova!

Era da tempo che non capitava di vivere una sfida in un silenzio tanto assordante e surreale… fischi a parte.

Nonostante l’attuale secondo posto, la stagione non è affatto rosea per svariati motivi: dagli infortuni a ripetizione, ai gol presi a raffica, al gioco mostrato solo a sprazzi e ai top player non decisivi nei momenti chiave.

Mettiamo assieme tutti questi elementi e le conclusioni sono presto tratte… Evidentemente il livello della serie A è assai mediocre!

Un altro ritornello non in rima sono i mille passaggi dei nostri prima di arrivare in area. Tutto ciò toglie l’interesse e lo spettacolo che ci aspetteremmo.

Ancora una volta ispirazione assente in Leao e in Theo; presenti invece in gran numero giocatori dormienti in campo!

Giusto per salvare il salvabile, dopo qualche settimana di inceppamento anche in attacco, lì almeno ci siamo sbloccati.

In effetti in questa stagione, in zona offensiva, abbiamo spesso creato molto, sbagliando però purtroppo gol facili.

Penso a Giroud che in pochi minuti, dopo averci fatto imprecare l’impossibile per l’errore di chi ha già la testa altrove, recupera finalmente con una rete alla Olivier!

C’è da dire che è complicato dover sempre segnare tanti gol per vincere. Basterebbe migliorare dietro e il gioco sarebbe quasi fatto.

Invece in difesa e a centrocampo, durante questa strana Primavera, quanta nebbia in Valpadana!

Mentre è evidente come il giovane Gilardino sia riuscito a trasmettere idee e gioco alla sua squadra e il nostro Mister si sia invece smarrito negli ultimi mesi.

Sugli spalti, chi non abbandona il posto prima della fine, pensa già a chi ci guiderà nella prossima stagione e al tenore degli obiettivi.

Ci si augura soprattutto che almeno la fase difensiva torni ad essere solida e affidabile.

Sorge poi spontaneo chiedersi anche chi sarà il prossimo centravanti rossonero, dopo l’addio di Giroud.

Chi potrebbe parlare continua a restare in silenzio! Preoccupa l’attuale scarsa comunicazione.

Ibra se ci sei batti un colpo almeno tu. Più che vederti inquadrato in tribuna o a bordo campo, in questi mesi avremmo preferito ascoltarti ai microfoni.

Ancora tre sfide e almeno poi archivieremo la stagione ondivaga.

Scopriremo tra qualche mese se il destino sarà di chi si accontenta solo del compitino o se si alzerà l’asticella!

Written By
More from © Marta Baudo

Scopriamo Le Carte Del Nuovo Milan

La prima partita ufficiale dista meno di un mese… non manca tantissimo. Il...
Read More

4 Comments

  • Non ci sono parole per la inesistenza o incapacità o latitanza comunicativa della dirigenza.
    Più importante ancora la inettitudine dei dirigenti .
    Se leggiamo i loro curriculum credo che ne Scaroni ne Furlani ne Moncada abbiano mai giocato a calcio.
    Come possono capirne ?
    Sarebbe come chiedere a un Italiano che non conosce il tedesco di fare una conferenza in tedesco sul rinascimento.
    Non parliamo della proprietà vera responsabile di questa situazione.
    Nella proprietà metto anche Ibraimovic che deve uscire allo scoperto!

  • La partita con il Genoa e’ lo specchio perfetto di una annata sciagurata con troppi alti e bassi . Vuoi perche’ ora c’ e’ un aria di smobilitazione, vuoi perche’ lo stadio era deserto ( senza il supporto della curva Sud) in effetti e’ stato un brutto spettacolo. Poi l’ immancabile capacita’ di Pioli di non vincere partite miracolosamente rimesse in piedi che ha fatto traboccare il vaso….. l’ inettitudine della difesa, Leao che passava di li per caso, Theo gia’ con la testa a Monaco di Baviera, l’ infortunio “diplomatico” di Maignan, il canto del cigno di Olivier mangiandosi un gol da bestemmia da competizione, insomma una sofferenza. Prima finisce sto’ strazio e meglio e’. La dirigenza in tutto questo dov’e’? Possibile che nessuno prenda una posizione? Dai giornali scopriamo che e’ in piedi un casting di allenatori, nomi presi a casaccio, e ogni giorno un nome nuovo…manca solo Oronzo Cana’……Ma dove e’ finito il Milan? Cosa ci aspetta per la prossima stagione? Abbiamo un 2′ posto da difendere, almeno quello. Chissa’ se col Cagliari, Torino e Salernitana riusciamo almeno a fare 6 punti…..Rimpiangendo il passato, sempre Forza Milan!

    • L’ennesima mancanza di ” concentrazione” ha condannato un Milan e un Pioli ( e dirigenza ) alla gogna …E tanta ingenuita’ da parte di professionisti ben pagati…un finale amaro purtroppo ! Aspettiamo a trarre un giudizio finale! Forza Milan !

  • Ciao Marta ! La squadra purtroppo è questa Maignan:spesso infortunato
    Theo hernandez bellle giocate ma fa fatica a tornare
    Centrocampo senza muscoli e spesso inconcludenti al limite dell’area lle fasce veloci ma spesso perdono palla !
    Centravanti anziano!!
    È un allenatore senza anima!! E Forza Milan!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *